Contenuto principale

Imposta Municipale Unica in vigore fino al 31 dicembre 2019

Dal 1° gennaio 2014 è stata istituita la IUC con la Legge 27 dicembre 2013, n. 147.

La IUC si compone dell’imposta municipale propria (IMU), dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, di una componente riferita ai servizi, che si articola nel tributo per i servizi indivisibili (TASI), a carico sia del possessore che dell’utilizzatore dell’immobile, e della tassa sui rifiuti (TARI), a carico, di norma, dell’utilizzatore.

A decorrere dal 1° gennaio 2020 tale tributo è stato abolito in seguito all’approvazione della Legge 27 dicembre 2019, n. 160 (art. 1, comma 738).

Restano in vigore, tuttavia, le disposizioni relative alla tassa sui rifiuti (TARI) mentre i commi da 739 a 783 disciplinano  la nuova imposta municipale propria (IMU).

Per le annualità d’imposta dal 2014 al 2019 la IUC è disciplinata  oltre che dalla normativa nazionale anche dal Regolamento Comunale approvato con la Delibera del Consiglio Comunale n. 24 del 22 aprile 2014 e successive modifiche.

Dal 1° gennaio 2014 risultavano quindi abrogati i precedenti regolamenti dell'Imu e della Tares (Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi). Per conoscere di più sull'Imu, sulla Tasi e sulla Tari occorre consultare le relative sezioni disponibili a fianco.

 

 

Torna all'inizio