Contenuto principale

Tariffe TARI

Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 57 del 20/12/2018 sono state approvate le tariffe ed il Piano Tecnico Finanziario per l'anno 2019.

La tariffa è composta da una quota fissa e da una quota variabile, ed è articolata nelle fasce di utenza domestica e di utenza non domestica.

Per le utenze domestiche:

- la quota fissa della tariffa è determinata applicando alla superficie dell’alloggio e delle pertinenze le tariffe per unità di superficie tenendo conto del numero degli occupanti;

- la quota variabile della tariffa è determinata in relazione al numero degli occupanti.

Quando tali utenze sono condotte da persone fisiche che vi hanno stabilito la propria residenza anagrafica, il numero degli occupanti è quello del nucleo familiare risultante all’Anagrafe del Comune. A questi vanno comunque aggiunti e dichiarati ai fini della Tari:

- le persone che non fanno parte del nucleo familiare anagrafico ma dimorano nella stessa abitazione come ad es. le colf – badanti.

- i membri temporaneamente domiciliati altrove.

CASI PARTICOLARI

Nel caso di servizio di volontariato o attività lavorativa prestata all’estero e nel caso di degenze o ricoveri presso case di cura o di riposo, comunità di recupero, centri socio-educativi, istituti penitenziari, per un periodo non inferiore all’anno, la persona assente non viene considerata ai fini della determinazione della tariffa, a condizione che l’assenza sia adeguatamente documentata.

Per le utenze domestiche condotte da soggetti non residenti nell’immobile, per gli alloggi dei cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato italiano e iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE), e per gli alloggi a disposizione di enti diversi dalle persone fisiche, si veda l'art. 15, commi 3 e 4, del Regolamento vigente in materia

Dall’anno 2015 per i cittadini italiani non residenti nel territorio in Italia e iscritti all'AIRE, gia' pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, la TARI è applicata, per ciascun anno, in misura ridotta di due terzi per l'abitazione principale posseduta nel Comune di Gabicce Mare a titolo di proprieta' o di usufrutto (per una ed una sola unita' immobiliare) a condizione che non risulti locata o data in  comodato d'uso. (art. 9-bis del D.L. 28 marzo 2014, n. 47, convertito con modificazioni dalla L. 23 maggio 2014, n. 80).

Qualora ricorrano i suddetti requisiti nell'anno corrente, per beneficiare dell'agevolazione dovrà essere presentata apposita dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, a pena di inapplicabilità dell'agevolazione, entro il 30 giugno dell'anno successivo (per moduli e ulteriori informazioni vedere l'apposita sezione del sito Internet dedicato alle riduzioni Tari).

Per le utenze non domestiche:

la quota fissa della tariffa e la quota variabile sono determinate applicando alla superficie imponibile le tariffe per unità di superficie riferite alla tipologia di attività svolta, calcolate sulla base di coefficienti di potenziale produzione previste dalle norme vigenti e stabiliti con la delibera di approvazione delle tariffe.


DOCUMENTAZIONE:

- Tariffe per le utenze domestiche (sono le superfici adibite a civile abitazione)

- Tariffe per le utenze non domestiche (sono le restanti superfici, tra cui le comunità, le attività agricole e connesse, commerciali, artigianali, industriali, professionali e le attività produttive in genere)

Torna all'inizio