Contenuto principale

Abolizione acconto Imu 2020 per imprese turistiche

L’art. 177, comma 1, del Decreto Legge 19 maggio 2020, n. 34, ha previsto in via straordinaria per l’anno 2020, l’abolizione dell’acconto Imu relativa a:
a) immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonche' immobili degli stabilimenti termali;
b) immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e immobili degli agriturismo, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventu', dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attivita' ivi esercitate.

Nella Regione Marche gli affittacamere e le case e appartamenti per vacanze sono disciplinati rispettivamente dagli artt.  26 e 27 della Legge regionale 11 luglio 2006, n. 9, pertanto la relativa attività deve essere esercitata in forma imprenditoriale. Possono quindi beneficiare dell'agevolazione prevista dalla norma sopra indicata,  i proprietari degli immobili a condizione che i medesimi vi esercitino tali imprese.

La categoria degli appartamenti ammobiliati ad uso turistico non può usufruire dell'abolizione in questione, in quanto l'art. 32 della medesima legge regionale la esclude dalla disciplina degli affittacamere e delle case e appartamenti per vacanze.

Poiché la disposizione legislativa è molto recente e gli interventi normativi ed interpretativi in questo periodo di emergenza sanitaria ed economica sono frequenti, si invitano i contribuenti a verificare, in prossimità della scadenza del 16 giugno 2020, la pubblicazione di eventuali novità.

Normativa di riferimento

Torna all'inizio