Contenuto principale

Scadenza TARI anno 2021

Per l'anno 2021, per effetto di quanto disposto dall'art.30 del Regolamento per la disciplina dell'Imposta Unica Comunale, di cui componente TARI, le scadenze sono state così stabilite:

--> Periodo relativo dal 01.01.2021 al 30.09.2021:

•    1^ rata – 30/04/2021

•    2^ rata – 30/06/2021

•    3^ rata – 30/09/2021

Oppure pagamento in un unica soluzione entro il 16/06/2021

 

--> Periodo relativo dal 01.10.2021 al 31.12.2021:

versamento in unica rata - scadenza  01/12/2021

 

Le prime tre rate (relative al periodo 01/01-30/09) della bollettazione sono calcolate con le tariffe deliberate per l'anno 2020, mentre l'ultimo versamento (periodo 01/10-31/12) sarà emessa successivamente a conguaglio per tutto l’anno 2021.

Riduzione Utenza Domestica non residente

Dall'anno 2022, per effetto di quanto disposto dall'art.22 comma 4 del Regolamento TARI, è stata stabilita la riduzione per l’utenza domestica a disposizione del proprietario.

L'agevolazione è prevista per una sola unità immobiliare e relative pertinenze, non  deve essere locata e non occupata a qualsiasi titolo da soggetti diversi dal proprietario e dai componenti del suo nucleo familiare, ma adibita ad uso limitato e non continuativo, personale del proprietario medesimo e del proprio nucleo familiare.

La documentazione, ai fini della riduzione, dovrà essere presentata entro e non oltre il 30 settembre 2021 ed avrà efficacia per l’anno 2022; per le utenze la cui occupazione decorrerà da una data successiva al 30 settembre 2021, potranno essere presentate nei termini previsti per la dichiarazione di variazione TARI (30 giugno dell'anno successivo alla variazione) e avranno efficacia per le annualità successive al 2021. Negli stessi termini dovranno essere dichiarate le eventuali variazioni ai componenti del nucleo familiare successivamente intervenute.

L'istanza, redatta su apposito modello predisposto dal Comune, dovrà essere comprovata da dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà che l’abitazione da agevolare rispetta i requisti e corredata da idonea documentazione attestante la composizione anagrafica del proprio nucleo familiare con esso residente anagraficamente e dimorante nell’abitazione ove il medesimo contribuente dimora e risiede anagraficamente.

La riduzione richiesta nella misura massima del 30% della quota variabile dipenderà dalla composizione del nucleo familiare come sopra documentato, secondo la seguente tabella:

N. COMPONENTI            % RIDUZIONE

- 1 componente              30%
- 2 componenti               20%
- 3 componenti               10%
- 4 componenti e oltre    nessuna riduzione

La misura della riduzione potrà essere modificata annualmente dall’organo competente alla determinazione delle tariffe del tributo.

Dichiarazione presenze per le strutture ricettive alberghiere

Per le utenze non domestiche appartenenti alla categoria "Alberghi con/senza ristorante", la quota variabile della tariffa potrà essere corrisposta sulla base delle effettive presenze registrate nell’anno di riferimento del tributo.
Dall'anno 2021, le presenze utili devono essere comunicate al comune sulla base di un apposito modulo di dichiarazione (dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà) predisposto dal Servizio Tributi, da presentarsi, esclusivamente al Comune a mezzo Posta Elettronica Certificata, entro il 15 ottobre dell’anno di riferimento. Le utenze che beneficiano della riduzione di cui all’art. 23 del presente regolamento (di regola utenze “stagionali”) e che non eserciteranno l’attività successivamente al 15 ottobre dichiareranno pertanto tutte le presenze registrate nell’anno di riferimento del tributo; le restanti utenze (di regola utenze “annuali”), comprendendo anche quelle che legittimamente esercitano l’attività anche oltre il 15 ottobre, dichiareranno le presenze registrate successivamente dal 15 ottobre dell’anno precedente fino al 15 ottobre dell’anno di riferimento; per l’anno 2021 tali ultime strutture (“annuali”) dichiareranno solo le presenze rilevate fra il 1° gennaio e il 15 ottobre 2021.
In caso di mancata dichiarazione nel termine sopra indicato la quota variabile della tariffa sarà determinata dal numero dei posti letto dell’albergo per i giorni di potenziale apertura desunta dall’atto che consente, ai sensi della normativa vigente, l’esercizio dell’attività.

Torna all'inizio