Contenuto principale

Tariffe TARI

Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 20 del 30/06/2021 e n. 19 del 30/06/2021 sono state approvate rispettivamente le tariffe ed il Piano Economico Finanziario del Servizio di gestione dei Rifiuti relativo al Comune di Gabicce Mare per l’anno 2021.


Per le utenze domestiche:
- la quota fissa della tariffa è determinata applicando alla superficie dell’alloggio e delle pertinenze le tariffe per unità di superficie tenendo conto del numero degli occupanti;
- la quota variabile della tariffa è determinata in relazione al numero degli occupanti.
Quando tali utenze sono condotte da persone fisiche che vi hanno stabilito la propria residenza anagrafica, il numero degli occupanti è quello del nucleo familiare risultante all’Anagrafe del Comune. A questi vanno comunque aggiunti e dichiarati ai fini della Tari:
- le persone che non fanno parte del nucleo familiare anagrafico ma dimorano nella stessa abitazione come ad es. le colf – badanti.
- i membri temporaneamente domiciliati altrove.

CASI PARTICOLARI
Nel caso di servizio di volontariato o attività lavorativa prestata all’estero e nel caso di degenze o ricoveri presso case di cura o di riposo, comunità di recupero, centri socio-educativi, istituti penitenziari, per un periodo non inferiore all’anno, la persona assente non viene considerata ai fini della determinazione della tariffa, a condizione che l’assenza sia adeguatamente documentata.

Dall’anno 2021 per i soggetti non residenti nel territorio in Italia , gia' pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, la TARI è applicata, per ciascun anno, in misura ridotta di due terzi per l'abitazione principale posseduta nel Comune di Gabicce Mare a titolo di proprieta' o di usufrutto (per una ed una sola unita' immobiliare) a condizione che non risulti locata o data in  comodato d'uso. Per ulteriori informazioni e relativa modulistica si invita a consultare la pagina "pensionati residenti all'estero".

Per le utenze non domestiche:
la quota fissa della tariffa e la quota variabile sono determinate applicando alla superficie imponibile le tariffe per unità di superficie riferite alla tipologia di attività svolta, calcolate sulla base di coefficienti di potenziale produzione previste dalle norme vigenti e stabiliti con la delibera di approvazione delle tariffe.

CALCOLO DELLA TARIFFA:

alla pagina http://www.gruppomarchemultiservizi.it/#/ambiente/calcolo_tari/ è possibile calcolare in completa autonomia, l'imposta riferita alla propria utenza, con indicazione della quota fissa e variabile, delle riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, dei meccanismi di conguaglio e delle imposte applicabili. 

Per le utenze non domestiche riguardante la categoria "Alberghi con/senza ristorante", la quota variabile della tariffa potrà essere corrisposta sulla base delle effettive presenze registrate nell’anno di riferimento del tributo.
Dall'anno 2021, le presenze utili devono essere comunicate al comune sulla base di un apposito modulo di dichiarazione (dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà) predisposto dal Servizio Tributi, da presentarsi, esclusivamente al Comune a mezzo Posta Elettronica Certificata, entro il 15 ottobre dell’anno di riferimento. Le utenze che beneficiano della riduzione di cui all’art. 23 del presente regolamento (di regola utenze “stagionali”) e che non eserciteranno l’attività successivamente al 15 ottobre dichiareranno pertanto tutte le presenze registrate nell’anno di riferimento del tributo; le restanti utenze (di regola utenze “annuali”), comprendendo anche quelle che legittimamente esercitano l’attività anche oltre il 15 ottobre, dichiareranno le presenze registrate successivamente dal 15 ottobre dell’anno precedente fino al 15 ottobre dell’anno di riferimento; per l’anno 2021 tali ultime strutture (“annuali”) dichiareranno solo le presenze rilevate fra il 1° gennaio e il 15 ottobre 2021.
In caso di mancata dichiarazione nel termine sopra indicato la quota variabile della tariffa sarà determinata dal numero dei posti letto dell’albergo per i giorni di potenziale apertura desunta dall’atto che consente, ai sensi della normativa vigente, l’esercizio dell’attività.


DOCUMENTAZIONE:

- Tariffe per le utenze domestiche (sono le superfici adibite a civile abitazione) e non domestiche (sono le restanti superfici, tra cui le comunità, le attività agricole e connesse, commerciali, artigianali, industriali, professionali e le attività produttive in genere)

- Dichiarazione Presenze Strutture Alberghiere

Torna all'inizio